Hawking vs Einstein: ”Se finite in un buco nero, un’uscita c’è”

Astrofisica/Astrophysics, Astronomia/Astronomy, Father George V. Coyne SJ - Director of the Vatican Observatory (1978 - 2006), Fisica/Physics, Oggetti Volanti Non Identificati (OVNI)/Unidentified Flying Objects (UFO), Osservatori Astronomici/Astronomical Observatories, Osservatorio Europeo Australe (ESO)/European Southern Observatory (ESO), Padre George V. Coyne SJ - Direttore della Specola Vaticana (1978 - 2006), Pianeti del Sistema Solare/Planets of the Solar System, Pianeti Extrasolari/Extrasolar Planets, Progetto SETI/SETI Project, Sonde Interplanetarie/Interplanetary Probes, Specola Vaticana/Vatican Observatory, Storia dell'Astrofisica/History of Astrophysics, Telescopi Spaziali/Space Telescopes, Telescopio Spaziale James Webb/James Webb Space Telescope, Vita Extraterrestre/Extraterrestrial Life, Vita intelligente Extraterrestre/Extraterrestrial intelligent Life

Uscire da un buco nero si può, o meglio “SE FINITE in un buco nero, non datevi per vinti.
Un’uscita c’è”.
Sono le parole pronunciate da Stephen Hawking, il celebre astrofisico britannico, fra i più importanti e conosciuti del mondo, noto soprattutto proprio per i suoi studi sui buchi neri e l’origine dell’universo.
In una sua conferenza a Stoccolma, il fisico britannico ha annunciato la sua nuova teoria sui buchi neri.
 Egli sostiene di aver scoperto un meccanismo «attraverso il quale le informazioni riescono a trovare una uscita dal buco nero», focalizzando l’attenzione sul paradosso delle informazioni.
Ma cosa è? Secondo le sue precedenti teorie i buchi neri emettono delle radiazioni che farebbero perdere energia al buco stesso fino a farlo scomparire.
Ma cosa resta della materia all’interno del buco nero? Sparisce a sua volta? Lo scienziato ha proposto una possibile soluzione a questo quesito: «Io credo che le particelle che entrano in un buco nero, lasciano traccia delle loro informazioni .
Quando con il fenomeno della radiazione le particelle escono fuori nuovamente, portano fuori le informazioni, conservandole».
Hawking sostiene che le informazioni che entrano nei buchi neri possono trasformarsi in due modi: o in una sorta di ologrammi sul ciglio del buco nero, oppure trovano una via d’uscita verso un universo alternativo.
«Il buco nero avrebbe bisogno di ingrandirsi e così facendo, ruotando, si scava un passaggio in un altro universo.
Ma non si può più tornare al proprio universo.
Il senso di questa conferenza è che i buchi neri non sono così neri come li abbiamo pensati fino ad oggi.
Non sono quelle eterne prigioni.
Qualcosa può uscirne, magari sbucando in un altro universo».
Una nuova teoria che sfida la relatività generale elaborata ad inizio secolo da Einstein, la quale sostiene che il campo gravitazionale, in un buco nero, è così forte che qualsiasi cosa ci caschi dentro non riesce più a uscirne, luce compresa.
Se la teoria fosse corretta allora i buchi neri non sarebbero più quei pozzi senza fondo pronti a inghiottire qualsiasi cosa si avvicini, ma bensì una “porta” per uscire dall’altra parte.

Annunci

Dando grazie per te

Astrofisica/Astrophysics, Astronomia/Astronomy, Father George V. Coyne SJ - Director of the Vatican Observatory (1978 - 2006), Fisica/Physics, Oggetti Volanti Non Identificati (OVNI)/Unidentified Flying Objects (UFO), Osservatori Astronomici/Astronomical Observatories, Osservatorio Europeo Australe (ESO)/European Southern Observatory (ESO), Padre George V. Coyne SJ - Direttore della Specola Vaticana (1978 - 2006), Pianeti del Sistema Solare/Planets of the Solar System, Pianeti Extrasolari/Extrasolar Planets, Progetto SETI/SETI Project, Sonde Interplanetarie/Interplanetary Probes, Specola Vaticana/Vatican Observatory, Storia dell'Astrofisica/History of Astrophysics, Telescopi Spaziali/Space Telescopes, Telescopio Spaziale James Webb/James Webb Space Telescope, Vita Extraterrestre/Extraterrestrial Life, Vita intelligente Extraterrestre/Extraterrestrial intelligent Life
[Starry sky with cornucopia full of exoplanets. ] Happy Thanksgiving from all of us at the SETI Institute!
La missione dell’Istituto SETI è esplorare, capire e spiegare l’origine e la natura della vita nell’universo
e l’evoluzione dell’intelligenza.
Siamo grati di averci raggiunto in questo epico viaggio!



SETI Institute – 189 Bernardo Ave, Suite 200, Mountain View, CA 94043 United States

Un universo di bambole russe? – Il codice di tutti i codici! The Theory (Or Reality) che siamo semplicemente un codice creato dal codice X!

Astrofisica/Astrophysics, Astronomia/Astronomy, Fisica/Physics, Neuroscienze/Neuroscience, Specola Vaticana/Vatican Observatory, Storia dell'Astrofisica/History of Astrophysics
6D900C2E-BFB1-4073-91F1-6C1DA3FBBC99

Mentre è buona Filosofia interrogarsi sui nostri piccoli sé in questo universo – come adattarci allo schema delle cose e come miglioriamo o vogliamo migliorare se tutto questo fosse vero?

Nel corso della storia gli umani hanno fatto le loro simulazioni per uno scopo o per un altro e inevitabilmente ci stiamo dirigendo collettivamente verso quel posto speciale nel tempo in cui siamo in grado di produrre la simulazione perfetta. Questo dimostrerà scientificamente a noi stessi una volta per tutte che gli “noi” esistono all’interno di altre simulazioni e così via, una delle tante bambole russe – solo l’inizio.

EC3C5795-C050-49CB-B0EE-58010045D21D

Adottiamo già i potenti risultati della codifica in possibilità di ricerca estreme. Questi dati vengono chiamati informazioni e quindi individuiamo i modi per raggiungere ulteriormente senza fine in vista. Che questa capacità sia utilizzata nella ricerca scientifica, nei giochi per l’intrattenimento, nell’educazione per generare nuova fame per ulteriori ricerche, Spurious Intelligence e / o War.

Le simulazioni che creiamo di altri esseri viventi danno nuova luce a complessi sistemi comportamentali come api e formiche per i sistemi direzionali e altri piccoli comportamenti che non abbiamo ancora iniziato a comprendere fino in fondo. Tutto questo e fino al comportamento delle galassie – o anche The Human Soul.

Il pensiero di impiantare processi decisionali puramente umani in questi programmi per computer stiamo sviluppando per la cognizione umana e il ragionamento che lavorano insieme con le macchine e il trasporto. Le simulazioni sviluppate da noi salvaguarderanno la sicurezza di tali esercizi semplicemente nascendo da simulazioni precedenti che irradiano sistematicamente l’errore da (vecchi) tentativi ed errori.

19644F72-B19E-4CF9-9818-13D4BD283BFE

La possibilità per noi di creare automi non con intelligenza artificiale ma con pura coscienza! Ironia della sorte, ulteriori esperimenti avanzati nelle simulazioni di calcolo quantistico ci porteranno ancora più vicini all’intera mappatura dei nostri stessi pensieri – e cosa penseremo in seguito.

L’enorme numero di queste simulazioni può persino iniziare a prendere coscienza completamente nuova e forse lasciarci completamente fuori dal giro. Realisticamente ci sono statisticamente milioni di altri sistemi di vita intelligenti come i nostri che sono persino molto più avanzati dei nostri con probabilità reali che questi esseri abbiano già raggiunto o superato questo punto. Allora, allora?

La legge delle medie aggiunge sempre più peso a questa supposizione ogni giorno, portando la teoria della fantascienza alla realtà e disegnando i nostri scenari “what if” a nuovi livelli mai così tanto in alto. Lo sforzo umano per perseverare in questa direzione supera la paura del futurismo del religioso creazionismo – poiché la sana etica umanistica supera di gran lunga il desiderio di ignoranza scientifica ed entropia.

9C79AA49-621C-48D4-A974-C25F4C1BA2C8

Gli indizi sono proprio di fronte a noi: la messa a punto definitiva della fisica quantistica della vita intorno a noi È la matematica dell’ingegneria. Numeri che tengono insieme l’universo, numeri che tengono insieme i nostri corpi, siamo incuriositi da questi stessi numeri, costantemente in questo viaggio umano di conoscenza che un giorno hanno il potere di un giorno di emulare l’universo e oltre! Numeri e componenti in natura, tuttavia quanto minuti sono, essendo la carta da visita indizio del design intelligente della razza umana.

La vita è impossibile da seguire o addirittura esiste senza complicate accordature che rende possibile in primo luogo che il sistema valido sia presente ed esista.